Castelli vicino a Scena

La zona di Merano è nota per i castelli e le roccaforti che raccontano storie di tempi lontani regalando ai visitatori una vista speciale.

Tra i castelli più significativi di Scena e dintorni ricordiamo sicuramente il castello di Scena, con il fossato ancora oggi in parte visibile; il castello Rametz, ormai noto come cantina; il castel Tirolo, che oggi ospita il museo storico-culturale della Provincia di Bolzano e un centro di falconeria.

Castel Schenna

Imponente e maestoso il Castel Schenna, con più di sette secoli di storia sudtirolese racchiusa tra le sue mura, si erge nel centro di Scena.

L’antico castello perfettamente conservato è una preziosa ricchezza storico-culturale dell’Alto Adige. Superato il ponte che conduce al grande portone di ingresso si entra nello sfarzo nobiliare e si respira lo stile di vita di secoli fa, colmo di arredi antichi, oggetti del passato e preziosi dipinti, e una ricca collezione di armi medioevali affiancata dalla più grande collezione privata dedicata ad Andreas Hofer. Castel Schenna, che fu anche residenza dell’Arciduca Giovanni d’Asburgo, non fu mai disabitato e a tutt’oggi il suo cortile è cornice di vari eventi culturali.
 
 
 
 

Castel Tirolo

Antiche mura dimostrano la storia secolare del pittoresco Castel Tirolo.

Circondato da frutteti e vigneti, si trova nella cornice di uno splendido paesaggio alpino. Quella che una volta era stata la residenza dei conti del Tirolo, è stata utilizzata fino al XV secolo come sede amministrativa.
Oggi il castello ospita il Museo storico-culturale della Provincia di Bolzano, in cui - tramite numerosi artefatti - viene illustrata la storia dell'Alto Adige. Assaporate l'atmosfera storica del Berghof e ammirate il portale romanico della cappella, uno dei tanti monumenti presenti tra le mura del castello.
 
 
 
 

Il Castello di Rametz

Il Castello di Rametz è circondato dai nobili vigneti delle dolci colline dei dintorni di Merano e domina sul centro storico della città.

Qui, già dal XIII sec., crescono rigogliosi diversi tipi di vite grazie proprio alla posizione ben riparata. Nel 1860 fu coltivato nei vigneti del Castello per la prima volta in Alto Adige il Pinot Nero; allo stesso tempo si avviò la produzione anche di Riesling, Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon. Oggi il Castello offre una cantina pregiata, un piccolo museo sulla viticoltura e un ristorante. Assieme a sommelier di grande esperienza potrete degustare i nostri vini e vivere così più da vicino l’interessante storia delle vigne e del castello.
 
 
 
 
 
 
Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.